Yoga at work: praticare yoga in azienda e in ufficio

Come ho scritto qui, nel lavoro mi divido tra il tappetino del mouse e quello di yoga. La mia passione per lo yoga mi ha portata a diventare una insegnante di yoga certificata. Ho conseguito le certificazioni standard per gli insegnanti yoga: 200h RYT e di 300h RYT (500h RYT: registered yoga teacher).

Pratico e insegno yoga nelle aziende e negli uffici.

Il mio mantra è: aiutare le persone a (ri)trovare il loro benessere personale e aziendale.

 

Perchè lo yoga in azienda

Tutte le aziende, oramai, sanno che se una persona sta bene sul posto di lavoro, aumenta il clima aziendale positivo. Il beneficio individuale si trasmette al team di lavoro e di conseguenza aumenta il livello di produttività.

Sono sempre di più le aziende, anche in Italia, che investono sul welfare in ottica wellbeing: ovvero un sistema attento al benessere dei dipendenti.

Il welfare aziendale oggi è basato non solo sull’aspetto economico, ma anche dei servizi che aiutano il dipendente nel suo benessere all’interno dell’organizzazione. Un’impresa, oggi, per essere competitiva e attrattiva sul mercato, deve consentire ai propri dipendenti di lavorare in un clima sereno e in una condizione psicofisica ottimale.

Attivare lo yoga in un contesto aziendale o di ufficio vuol dire pensare in ottica wellbeing: se aumenta il benessere del singolo dipendente, ne giova l’armonia di tutto l’ufficio con impatti positivi sul benessere organizzativo e sui risultati dell’azienda.

Leggi di più qui

 

Quando fare yoga in azienda

Insegno yoga nelle aziende e negli uffici a Milano. Ho sviluppato delle proposte di corsi yoga sul posto di lavoro che seguono l’orario di lavoro dei dipendenti: al mattino prima di entrare in ufficio, in pausa pranzo, al termine della giornata di lavoro, oppure al venerdì pomeriggio per chi aderisce al “free friday”.

L’ideale è fare yoga almeno una volta a settimana e scegliere sempre un professionista valido, ovvero un insegnante yoga certificato.

Ecco i miei corsi di yoga in azienda e negli uffici a Milano:

  • #ACupOfYoga: pratica di yoga del mattino, prima del lavoro. Per iniziare la giornata con una tazza di tisana e una pratica che ti infonde energia.
  • #YogaforLunch: pratica di yoga in pausa pranzo. L’ingrediente per una pausa pranzo che ti ricarica è una pratica di yoga.
  • #YogAfterMeeting: pratica di yoga dopo il lavoro. Esci dall’ultima riunione, spegni il PC e ti prepari per rilassarti grazie alla pratica yoga.
  • #FriyaYoga: ideale per le aziende che aderiscono al venerdì pomeriggio libero per i dipendenti. Dopo aver lavorato tutta la settimana il venerdì è il momento per se stessi, per riaprire le spalle curve sul PC e riallineare la colonna vertebrale.

 

Come praticare yoga in azienda

Praticare yoga sul posto di lavoro è davvero semplice e, soprattutto, è necessario avere solo una stanza. L’ideale è una stanza silenziosa, in cui si possano spostare i mobili (esempio una sala riunione) oppure uno spazio all’interno della palestra aziendale.

Nella mia lezione di yoga non utilizzo alcuno strumento: né fasce, né blocchi o incensi o musica. È una pratica di yoga gentile e adatta a tutti: sia a chi pratica regolarmente, sia ai principanti.

Come funziona una lezione di yoga in azienda:

Insegno le tecniche di respirazione corrette e porto i partecipanti ad avere una maggiore flessibilità del corpo, grazie alle posizioni proprie dello yoga (che si chiamano “asana”).  È risaputo, infatti, che un corpo più flessibile, equivale ad avere una mente più flessibile, capace di adattarsi con facilità agli eventi e alle situazioni stressanti, tipiche dei contesti lavorativi.

 

Se vuoi sapere quali sono i benefici della pratica yoga sul posto di lavoro, leggi qui

 

Se ti ho incuriosito/a, ti invito a visitare il mio sito yogainazienda.it

 

 

Foto: ©Luca Chiaudano